Castagna

LA PIANTA

Il castagno europeo (Castanea Sativa – Famiglia delle Fagaceae) è una delle più importanti specie forestali dell’Europa meridionale ed è stata largamente coltivata, per la produzione del legname e del frutto. Quest’ultimo, in passato, ha rappresentato un’importante risorsa alimentare per le popolazioni rurali degli ambienti forestali montani e, nelle zone più fresche prealpine, d’alta collina, in quanto le castagne erano utilizzate soprattutto per la produzione di farina. L’importanza economica del castagno ha attualmente subito un drastico ridimensionamento: la coltura da frutto è oggi limitata alle varietà di particolare pregio e anche la produzione del legname da opera si è marcatamente ridotta. Probabilmente, buona parte delle superfici forestali a castagno siano derivate da una rinaturalizzazione di antiche coltivazioni abbandonate nel tempo, mentre la coltivazione si è ridotta ove possibile ottenere le migliori caratteristiche merceologiche del prodotto. Il castagno è una pianta a portamento arboreo, con chioma espansa e rotondeggiante e altezza variabile 10-30 metri. In condizioni normali sviluppa un grosso fusto colonnare, con corteccia liscia, lucida, di colore grigio-brunastro. La corteccia dei rami è di colore bianco ed è cosparsa di lenticelle trasverse. Con il passare degli anni, la corteccia si screpola longitudinalmente. Le foglie sono alterne, provviste di un breve picciolo e, alla base di questo, di due stipole oblunghe. La lamina è grande, di forma lanceolata, acuminata all’apice e seghettata nel margine, con denti acuti e regolarmente dislocati. Le foglie giovani sono tomentose, ma a sviluppo completo sono glabre e lucide. I fiori sono unisessuali, presenti sulla stessa pianta. I fiori maschili sono riuniti in piccoli glomeruli a loro volta formanti amenti eretti, emessi all’ascella delle foglie. Ogni fiore è di colore biancastro, provvisto di un perigonio suddiviso in 6 lobi, mentre i fiori femminili sono isolati o riuniti in gruppi di 2-3. Ogni gruppo è avvolto da un involucro di brattee detto cupola. Il frutto è un achenio, comunemente chiamato castagna, con pericarpo (Guscio) di consistenza cuoiosa e di colore marrone, glabro e lucido all’esterno, tomentoso all’interno. La forma è globosa, con un lato appiattito (Pancia), e uno convesso (Dorso). Il polo apicale termina in un piccolo prolungamento (Torcia), mentre il polo prossimale (Ilo), appiattito e di colore chiaro (Cicatrice). Sul dorso sono presenti striature più o meno marcate, importanti ai fini del riconoscimento varietale. Gli acheni (Frutto) sono racchiusi, in numero di 1-3, all’interno di un involucro spinoso (Riccio), derivato dall’accrescimento della cupola. Raggiunta la giusta maturità, il riccio si apre dividendosi in quattro valve.

UTILIZZI DEL FRUTTO E DELLA PIANTA

  • Il legno di castagno è per molteplici impieghi, quali la realizzazione di travi, botti e cesti, ma la destinazione principale è l’industria del mobile;

  • La corteccia, ricca di tannini, ha proprietà astringenti e impiegabile per il trattamento della pelle;
  • Le foglie, oltre alle proprietà astringenti, sono attribuite proprietà sedative della tosse;
  • La polpa delle castagne, opportunamente lavorata, trova impiego per la preparazione di maschere facciali detergenti ed emollienti;
  • La castagna è consumata cruda o arrostita (Tradizionali “Caldarroste”), oltre che sciroppata, candita, glassata o sott’alcol;
  • La castagna, inoltre, è trasformata in crema dolce o farina, oppure sotto forma di bevande quali liquori, birre o bibite analcoliche;
  • La castagna trova largo utilizzo sia in cucina (Ad esempio nella preparazione della “Zuppa di castagne”), che in pasticceria (Ad esempio nella preparazione del “Monte Bianco”, del caratteristico “Castagnaccio” e dei “Marron Glacés”).

PROPRIETA’ E BENEFICI DELLA CASTAGNA

  • Consumata fresca, è sana e nutriente e molto ricca di acqua e fibre;
  • È ricchissima di potassio, magnesio, calcio, zolfo e fosforo;
  • Ha un discreto contenuto di proteine e una bassa quantità di grassi;
  • Ricchissima di vitamine B1, B2, C, PP.