Nocciola

LA PIANTA

Il nocciolo (Corylus Avellana – Famiglia Betulaceae) è una pianta con portamento a cespuglio o ad albero e raggiunge l’altezza di 5-7 m. Ha foglie decidue, semplici, cuoriforme a margine dentato. È una specie monoica, i cui fiori sono unisessuali, i fiori  maschili sono in amenti penduli che si formano in autunno mentre le femminili somigliano ad una gemma di piccole dimensioni, quindi ogni cultivar di nocciolo è autosterile ed ha bisogno di essere impollinata da un’altra cultivar. Il frutto è avvolto da brattee da cui si libera a maturazione e cade. La nocciola è comunemente annoverata fra la frutta secca, dapprima è di colore verdastro, poi marroncino  con il prosieguo del grado di maturazione. Il pericarpo (Guscio) è in parte ricoperto da un involucro fogliaceo a margine irregolare. Il seme (Nocciola), posto all’interno, è commestibile e di consistenza croccante. Inoltre, vengono coltivate numerose varietà da frutto e ornamentali. È una pianta colonizzatrice che, avendo esigenze modeste in fatto di terreno e di clima, si adatta a svariate condizioni ambientali. In Italia (Che è il secondo produttore al mondo dopo la Turchia), le principali coltivazioni sono incentrate in Campania, Lazio, Basso Piemonte, Sicilia (Monti Madonie, Pendici dell’Etna, Monti Nebrodi, Monti Erei meridionali).

USI DEL FRUTTO

La nocciola viene consumata sia al naturale, ma soprattutto tostata, in quanto si accoppia bene con gli ingredienti tipici impiegati nella pasticceria quali, ad esempio, il cioccolato, oppure per la produzione di torroni, torte o semilavorati per gelati e creme. Inoltre, viene trasformata in farina o in granella, sempre per l’impegno nel campo dolciario, oltre che ad essere sottoposta a spremitura a freddo per la produzione dell’olio, utilizzato soprattutto nel campo della cosmetica. In Piemonte, viene prodotto un infuso liquoroso a base di nocciole chiamato “Frangelico”.

PROPRIETA’ DEL FRUTTO

  • La nocciola è ricca di lipidi, acqua e proteine;
  • È un’ottima fonte di fibre e zuccheri;
  • Ricchissima di vitamine A, B6, C, D, E (Come contenuto è solo seconda alla mandorla) e sali minerali quali calcio, ferro, magnesio e potassio;
  • Le nocciole sono ricche di grassi monoinsaturi in grado di abbassare il livello del colesterolo e dei trigliceridi;
  • Sono un’ottima fonte di fitosteroli, importanti per la prevenzione delle malattie cardiovascolari;
  • La presenza di lipidi oltre il 60% lo rende un alimento altamente calorico.